fbpx
birrificio maisel

Birrificio Maisel: conosciamo meglio la sua storia

La Germania è una terra fortemente legata alla produzione della birra, come dimostra il birrificio Maisel. Lo sanno bene tutti coloro i quali hanno avuto la fortuna di prendere parte a un’edizione dell’Oktoberfest, il più famoso festival della birra che ha luogo ogni anno a Monaco di Baviera e che ospita mediamente 6 milioni di visitatori a edizione.

Non sorprende dunque la grande passione che la Germania ha nei confronti di questa antichissima bevanda alcolica, passione che ha portato alla nascita di moltissimi birrifici nel corso dei secoli su tutto il territorio tedesco, basti pensare che già nel 1623 nella città di Bayreuth, secondo la cronaca cittadina, sorgevano ben 83 diversi birrifici.

Birrificio Maisel: storia del birrificio e prodotti

È il caso, per esempio, del birrificio Maisel: fondato dai fratelli Hans e Eberhardt Maisel nel 1887 proprio a Bayreuth in Alta Franconia, uno dei sette distretti della Baviera. Il birrificio Maisel nasce come un’impresa familiare, la sua gestione è poi passata di generazione in generazione ai discendenti dei due fratelli-fondatori. Ad oggi, il birrificio Maisel è alla quarta generazione ed è sotto la direzione di Jeff Maisel.

La storia del birrificio Maisel

La svolta che portò all’espansione del birrificio Maisel e dunque ad una distribuzione su più larga scala della birra Maisel, avvenne verso la metà del secolo scorso quando i nipoti dei fondatori, Hans e Oscar, si ritrovarono a dover prendere una decisione di fondamentale importanza, ovvero l’introduzione della birra di grano, conosciuta all’epoca come champagne wheat. Questo cambiamento permise al birrificio Maisel di esportare la propria birra anche all’estero, al di fuori dei confini nazionali tedeschi. Molto importante fu poi anche l’acquisizione nel 1965 della Bayreuther Bierbrauerei, si trattava di un birrificio storico fondato nel 1857 che si trovava a soli cento metri di distanza dallo stabilimento della Brauerei Gebr. Maisel(è questo il nome completo dell’azienda Maisel).

Negli anni Settanta, Maisel costruì un nuovo stabilimento. Quello vecchio è stato invece trasformato in un museo della birra. Un museo da record visto che nel 1988 è stato inserito nel Guinnes dei primati come «il museo della birra più completo del mondo». Nel 1987, per celebrare il centenario della fondazione, fu istituita la Maisel’s Weissbierfest, un evento di ben quattro giorni in cui ottima musica, delizie culinarie, sport e tanta birra la fanno da padroni. Attualmente, il birrificio Maisel è il quarto produttore di birra della Germania ed ha una produzione annua di 410.000 ettolitri di birra.

Le birre Maisel: la proposta del birrificio

Il birrificio Maisel è da sempre impegnato nella ricerca di sapori nuovi e innovativi per la vasta gamma di birre che propone, il tutto ovviamente rispettando la tradizione e le tecniche di produzione che l’hanno resa famosa. L’amore per il prodotto, l’artigianalità e l’eccellente qualità di una birra Maisel sono rappresentati anche dal suo marchio di fabbrica: la stella di alchimista a sei punte era già nel Medioevo un simbolo di cui potevano fregiarsi esclusivamente i birrai con i più severi standard di qualità.

La gamma di birre Maisel è molto vasta, ma sviluppata essenzialmente su tre linee: Signature, Session e Limited. La linea Signature propone interpretazioni moderne e innovative di tipologie di birra già esistenti. Le birre Session, sono invece birre dal carattere più forte, ma dal grado alcolico moderato. Infine, alla linea Limited appartengono birre più particolari generate da nuovi esperimenti di birrificazione. Tra le birre a marchio Maisel più popolari si possono citare la Maisel’s Weisse Dunkel, la Maisel’s Weisse Kristall e la Maisel’s Edelhopfen Extra.

Il simbolo del birrificio Maisel: la Maisel’s Weisse Original

Il prodotto di punta dello stabilimento Maisel rimane però sempre la classica Maisel’s Weisse Original. La Maisel’s Weisse Originalè una birra color ambra brillante, ottenuta grazie alla combinazione dell’acqua del Fichtelgebirge e il luppolo della regione dell’Hallertau, la sua gradazione alcolica è nella media con una percentuale del 5,2%.

La fermentazione in bottiglia, un procedimento di birrificazione tramandato da generazioni di mastri birrai, le conferisce un carattere unico. Assaporando questa birra è possibile percepire il profumo del lievito pregiato, note di frutta esotica, chiodi di garofano e un tocco di noce moscata. Il retrogusto lascia un aroma ed un sapore leggermente fruttato e speziato, tipico della birra di frumento. La Maisel’s Weisse Original dà il meglio di sé quando abbinata a pizza, focacce, carni bianche, verdure alla griglia e insalata, inoltre si gusta al meglio ad una temperatura tra i 6 °C e gli 8 °C.

La storia del birrificio Maisel ti ha conquistato? Vorresti proporre ai tuoi clienti un classico della tradizione birraia bavarese come la Maisel’s Weisse Original? Non ti resta che contattarci, Brew Company sarà lieta di illustrarti tutte le caratteristiche delle birre a marchio Maisel.