fbpx
charles quint rouge

Charles Quint Rouge: la birra ispirata all’imperatore Carlo V

C’è una leggenda che caratterizza la figura di Carlo V, ultimo imperatore del Sacro Romano Impero incoronato dalla Chiesa. Si narra, infatti, che una sera entrò assetato in una taverna per bere una birra. Il locandiere gliela servì tenendo, tuttavia, il boccale dal manico. Al che, secondo la leggenda, Carlo V lo rimproverò: «Come volete che vi porto via la birra dalle mani se la tenete per il manico?». Qualche giorno più tardi, la scena si ripeté ma, questa volta, il locandiere servì la birra in un boccale a due manici. Poiché il boccale pesava, però, l’uomo sbadatamente afferrò entrambi i manici e Carlo V lo rimproverò nuovamente. La scena andò avanti fino a quando, alla fine, il locandiere servì a Carlo V un boccale dotato di quattro manici. Nacque così il boccale nel quale, tradizionalmente, si beve la Charles Quint Rouge. Oggi andremo a scoprire questa birra rossa belga, pensata per un pubblico di estimatori delle birre belghe.

Birra Charles Quint Rouge, la belga per intenditori

Le leggende, così come gli aneddoti effettivamente accaduti, intorno all’Imperatore del Sacro Romano Impero sono numerosi. Molto nota, per esempio, era la voracità dell’imperatore che, secondo quanto ci è pervenuto, era in grado di mangiare anche tre pasti di seguito, innaffiando il tutto con abbondante birra. Proprio in virtù di questo suo amore per la birra, si narra che Carlo V volle fossero realizzate due birre: una bionda, la Golden, per potersi godere l’alba e una rossa, la Rouge, per deliziarsi del tramonto.

È proprio rifacendosi a Carlo V, visibile sia sull’etichetta che sull’etichetta, la Haacht Brewery ha inaugurato la produzione della birra Charles V Rouge. O, come qualcuno pure la chiama traducendo letteralmente, la birra Carlo V. In un caso o nell’altro, stiamo comunque parlando di una birra, in stile Belgian Ale, ad alta fermentazione che sa farsi apprezzare anche dal palato dei più fini estimatori.

L’assaggio della Charles Quint Rouge

La Charles Quint Rouge, versata nel tradizionale bicchiere ballon, si presenta con un’intensa colorazione ambrata scura, ma comunque trasparente. La schiuma abbondante e di colore biancastra e con riflessi nocciola, si caratterizza per la sua intensità e cremosità. Sin dalla prima mescita si possono apprezzare le essenze profumate, tipiche di questa tipologia di birra. All’olfatto, infatti, la Charles Quint Rossa presenta un bouquet complesso: dalla frutta rossa matura a quella sotto spirito. Si intercettano, poi, sentori fruttati, come quello della scorza d’arancia, del fico e del dattero.

Le sensazioni olfattive, pressappoco, si riscontrano anche nell’assaggio. Al palato, il sapore fruttato si conferma ma viene equilibrato da note amarognole e acidule, che non sono mai eccessive. In particolare, si possono distinguere note di malto tostato, liquirizia, caramello, cioccolato e luppolo. Il risultato è una birra assolutamente equilibrata che, come vedremo, si presta per numerosi accoppiamenti.

Gli accoppiamenti ideali della Carlo V Rossa

La Carlo V Rossa è una birra strutturata, dal grado alcolico di 8,5%. La sua corposità, se servita alla temperatura ideale compresa fra gli 8 e i 9 °C, le rende perfetta per accompagnare molti cibi strutturati. Per esempio, è perfetta per accompagnare piatti a base di carni rosse, gli stufati, spezzatini e brasati. La Charles Quint, poi, può accompagnare piatti di formaggi stagionati e di salumi.

Il birrificio che produce la Charles Quint: Haacht

In realtà Haacht è un comune delle Fiandre, in Belgio, che appartiene all’arrondissement di Lovanio. Il nome di questo comune situato nel Brabante Fiammingo è conosciuto, in primo luogo, per via del Brouwerij Haacht. Un birrificio fra i più importanti e antichi di tutto il Belgio. Esso, infatti, è stato fondato nel 1898 dalla famiglia Van Der Kelen, i cui discendenti ancora oggi guidano l’attività.

Se vuoi degustare questa birra belga, per proporla nel tuo locale, non ti resta che contattare Brew Company. Saremo lieti di illustrarti nel dettaglio le caratteristiche della Charles Quint Rouge.

Tags:
,